PINTEREST: COME SFRUTTARLO AL MEGLIO PER IL TUO BUSINESS

Pinterest non è altro che un social network che consente agli utenti di condividere contenuti visivi – immagini perlopiù ma anche video – e annotare tutte le cose che ci sembrano interessanti inserendo dei “pin” (le famose puntine per fermare i fogli), sia sulla nostra che sulla bacheca degli altri utenti. 

L’obiettivo di Pinterest è “connettere le persone nel mondo attraverso ciò che le persone reputano interessanti”. Gli utenti possono caricare immagini dal proprio computer o “appuntare” immagini che recuperano dal web.

Come con la maggior parte degli altri social network, anche su Pinterest gli utenti possono seguire le bacheche dei loro amici, valutare e commentare i pin di altri utenti, condividere i contenuti sulle proprie bacheche ma anche su Facebook, Twitter o via e-mail, e persino incorporare i pin sul proprio sito web o blog.

Secondo uno studio, i maggiori fruitori di questa piattaforma sono donne (circa l’80%). Questo si spiega con il fatto che, anche se agli uomini piace quanto alle donne guardare video e immagini, Pinterest all’inizio sembrava essere stato concepito per condividere interessi come la cucina, la decorazione, la moda, il giardinaggio e altri argomenti di interesse per il mondo femminile. Oggi però non è più così: Pinterest è infatti un enorme contenitore di argomenti dedicati anche alla pesca, alla caccia, ai sigari… questo significa che anche i maschietti sono oggi i benvenuti. 

Ma come può essere sfruttato per il proprio business?

Le aziende possono cavalcare l’onda di Pinterest per commercializzare i loro prodotti e far crescere la platea di consumatori. Pinterest, un mezzo che sfrutta le immagini, offre infatti alle aziende la possibilità di coinvolgere i consumatori con foto avvincenti e infografiche colorate che promuovono offerte e nuovi prodotti. 

L’utilizzo di immagini può essere sfruttato in diversi modi. Per esempio, appuntare le foto dei dipendenti potrebbe aiutare i clienti a identificarsi con le persone che lavorano nell’azienda, dando un volto a un nome. 

Detto questo, Pinterest – come altri canali di social media – può aiutare a far conoscere meglio un’azienda, creare consapevolezza su un determinato marchio e forse aumentare anche le visite sul proprio sito Web. 

Considera che il 50% delle persone che trova un pin su un determinato prodotto è portato ad acquistarlo! Quindi, credo proprio che valga la pena provare a sfruttare questa splendida applicazione per far crescere la nostra attività. Vediamo da dove iniziare.

Qualche passo necessario: Pinterest Business

Per prima cosa, è necessario creare un account Pinterest Business. Quindi, fai in modo che il tuo profilo sia perfetto e adatto per riflettere lo stile e la forza della tua azienda. Un modo per permettere agli altri di trovarti è inserire nella tua biografia le parole chiave pertinenti alla tua attività.

Il consiglio è quello di aggiungere sempre una copertina al tuo profilo che sia coerente con i tuoi prodotti e con il tuo lavoro. 

Dovrai anche scegliere titoli “SEO-friendly”, che siano quindi brevi e diretti. Nella sezione dedicata alla descrizione puoi inserire le tue parole chiave e gli hashtag. Gli hashtag su Pinterest sono cliccabili e per questo potranno darti indicazioni su cosa il tuo target di mercato sta cercando sulla piattaforma, utilizzando le informazioni recuperate per perfezionare la tua strategia di marketing.

È sicuramente importante ottimizzare le immagini presenti sul tuo sito web, visto che potrebbero rappresentare il contenuto principale della tua pagina su Pinterest. Questo perché gli utenti che visitano il tuo sito web potrebbero condividere le immagini direttamente su Pinterest, e per questo devi rendere il più fruibili possibile le foto utilizzate. 

Un ottimo strumento per creare immagini compatibili con Pinterest è Canva, una risorsa gratuita che offre moltissimi modelli pre-impostati con dimensioni e orientamenti perfetti per la piattaforma.

Se hai un e-commerce, puoi anche sincronizzare il tuo negozio online con il tuo account Pinterest. In questo modo, quando gli utenti salveranno il tuo pin, potranno aggiungere il prodotto direttamente nel carrello e acquistarli senza lasciare Pinterest.

Non addormentarti. Per rendere interessante la tua pagina e le tue immagini devi rimanere attivo su Pinterest. Aggiungi continuamente contenuti al tuo profilo e cerca di capire ciò che gli utenti stanno cercando. In questo modo puoi fornire i migliori contenuti possibili per il tuo pubblico.

Le statistiche dicono che per rendere “movimentato” un account è necessario appuntare almeno cinque contenuti al giorno. Puoi automatizzare questo processo anche utilizzando una app di pianificazione come Buffer, dove potrai organizzare ciò che vuoi appuntare e quando.

È sempre consigliabile interagire su Pinterest in diversi momenti della giornata: avrai maggiori probabilità di coinvolgere il tuo pubblico.

Rimanere “attivi” su Pinterest significa anche analizzare continuamente l’efficacia delle tue attuali strategie. Per farlo, puoi usare le analisi di Pinterest e vedere quali sono i pin più popolari. In questo modo saprai quale tipo di contenuto replicare e quale invece è giudicato non abbastanza interessante.

Puoi infine utilizzare una risorsa come PinGroupie per identificare i gruppi pertinenti al tuo settore presenti su Pinterest e contribuire a queste comunità. È un modo fantastico per far conoscere il tuo marchio e i tuoi prodotti a chi è interessato al tuo stesso campo.

Infine, aggiungi il tuo logo a tutte le tue immagini: ti aiuterà a rafforzare il riconoscimento del marchio nel tempo.

Adesso non ti resta che scorrere tra le migliaia di immagini, trovare contenuti interessanti e condividere, condividere e condividere. Ricordati che anche l’occhio vuole la sua parte: se sarai in grado di creare contenuti efficaci, immagini coinvolgenti ed emozionanti, i risultati non tarderanno ad arrivare.

SARA IANNONE