COME OTTIMIZZARE I PROFILI SOCIAL?

Lo sapevi che anche i ​profili dei social network ​possono essere ​ottimizzati​? E se vuoi essere trovato dovresti proprio farlo.

Si tende a percepire i vari account dei social network utilizzati in maniera effimera e come se fossero completamente inutili ai fini delle proprie attività. La realtà è un po’ distante da questa concezione, però, e io sono qui proprio per farti vedere come poter rendere il tuo profilo social ​appetibile​, interessante e…​irresistibile​ per i tuoi potenziali clienti!

IMMAGINE DEL PROFILO: BANALE MA ESSENZIALE


So a cosa starai pensando: “​è scontato che la prima cosa che si valuta quando si decide di aprire un profilo social, sia l’immagine del profilo ​!”.

Si è normale, anche perché nel processo di registrazione è una delle cose che chiedono subito.  Se ti dicessi, però, che deve essere scelta secondo ​certi criteri​ e che non tutte sono ottimali? Ai fini professionali, si intende.

Innanzitutto sarebbe meglio che sia adeguata al canale che si intende utilizzare, ma soprattutto alle ​finalità ​che si desidera ottenere.

Faccio un esempio e mi rivolgo ai ​liberi professionisti​, freelance che hanno come scopo quello di ​sponsorizzare le proprie attività​ e accaparrarsi opportunità lavorative: opta per una ​fotografia in primo piano​, magari con un outfit adatto, semplice e minimale.

Vuoi che la gente ti veda e ti riconosca. Per questa ragione una volta valutata e scelta, usala per tutti i profili di tutti i social che intendi avere per il medesimo obiettivo.

I ​potenziali clienti ​devono riconoscerti immediatamente e capire sin da subito di cosa tratti.

Abbandona la voglia di inserire scatti che riprendono momenti della tua vita privata, per quelli potrai avere altre piattaforme dedicate esclusivamente allo svago.
Per quanto riguarda le ​compagnie ​ovviamente il discorso è diverso.

Non sarebbe professionale mettere in prima base la foto di qualche collega o del capo che, magari, gioca a beach volley durante una sua vacanza al mare.

È bene che in questo caso venga deciso di dare risalto a qualcosa che contraddistingua l’azienda in questione, come il ​logo​, comprensivo dei colori caratteristici. E, perché no, che richiamino il sito web.

In entrambi i casi, sia che tu lavori da solo o per qualcuno, mi sento di dirti di ​non mischiare mai​ vita privata con quella lavorativa. A patto che tu non abbia un’intima relazione di amicizia con tutti i tuoi clienti.

DESCRIZIONE, BIOGRAFIA E AGGIUNTA DI INFORMAZIONI

Ok, decisa l’immagine di profilo arriviamo al ​contenuto testuale​.

Pensiamo a ​Facebook​, per esempio. Sicuramente la prima cosa che ti verrà in mente sono la moltitudine di post simpatici e divertenti che vengono inseriti e che regolarmente ti appaiono nella home. Sono belli, talvolta permettono anche di passare il tempo, lo ammetto.

Ma hai mai visto quanto spazio ha nella sezione relativa all’aggiunta delle ​informazioni personali​? Intanto vi è la parte dedicata al ​lavoro ​che ci interessa particolarmente. Inserisci tutto senza problemi, sii dettagliato.

Successivamente c’è anche la categoria ​formazione​. Insomma, un vero e proprio Curriculum Vitae virtuale​. E ti dirò di più, spesso i reclutatori vanno alla ricerca dei profili in linea con le posizioni aperte, proprio attraverso tale strumento!

Contatti personali, link ad altri account o sito web e chi più ne ha, più ne metta! Insomma, con Facebook puoi proprio sbizzarrirti! E ricorda che vale la stessa cosa delle altre piattaforme web: ​the content is the king!

Per quanto concerne ​Twitter​, invece, abbiamo le gambe un po’ tagliate in termini di dimensione della bio.

A differenza del collega blu, però, ha una peculiarità sostanziale: gli hashtag​! Cerca di accaparrarti i 140 caratteri sfruttando il tutto al meglio. Talvolta potrebbe essere più proficuo scrivere meno, con hashtag più mirati e ricercati.

Infine c’è lui: ​Linkedin…​. il social professionale per antonomasia.

Qui si che devi impegnarti al massimo per rendere il tuo ​CV ​accattivante, in quanto tale mezzo si basa sul mettere in contatto coloro appartenenti allo stesso settore.

Punta sulle ​raccomandazioni ​e sul scrivere tutto quello che potrebbe aiutarti ad essere riconosciuto come appetibile, utile ed essenziale. Un’ulteriore indicazione, se il mercato a cui vuoi puntare è quello ​estero​, è di trasformare il contenuto nella lingua ​inglese

ATTIVITÀ COSTANTE: 

Un altro fattore di rilievo per l’individuazione dei tuoi profili da parte degli utenti, è quello relativo al ​tempo ​che dovresti spendere su di essi.

Una ​costante attività ​che vede l’interazione con i possibili clienti, con il target di riferimento e con l’audience creata, ti permetterà di essere conosciuto meglio e di fare “girare le cose” sulle varie piattaforme.

Pubblica pos​t, condividili, commenta, rispondi e​ sii presente ​per dubbi o chiarimenti. Da qui inizia la tua possibile fidelizzazione.

SEO PER I SOCIAL: COME FUNZIONA?

Ebbene sì, ancora e sempre lei: la ​Search Engine Optimization. Anche in questo ambito è di importanza fondamentale, lo sai? No? Allora ecco qualche ulteriore consiglio:

1. Utilizza un ​url personalizzato​ dei canali social (in quelli in cui concesso farlo ovviamente);

2. le ​Keywords ​sono essenziali anche sui social: nelle descrizioni precedentemente citate, inserisci dunque ciò che ti rappresenta a pieno. Su ​Facebook​, per esempio, la parola chiave deve essere nel nome della pagina o del profilo. Su ​Twitter​, nella bio attraverso l’hashtag e nel nome stesso dell’utente. Su ​Linkedin ​vale esattamente la stessa cosa dei precedenti;

3. Se lo fai già per il tuo sito web o le piattaforme in generale, vale anche adesso: prendi la buona abitudine di​ rinominare le immagini ​inserendo, anche in questo caso, parole che ti raffigurano e che possono essere trovare in una ricerca.

Ricorda che i motori di ricerca come Google, indicizzano e scovano anche le foto. Metti il tuo nome, o la tua azienda.

Insomma, dietro al mondo Social esiste davvero un universo parallelo fatto di strategie, conferme, idee e ricerche. Non ti fermare e vedrai che i risultati arriveranno in men che non si dica!

Hai dubbi o domande? Lascia un commento sotto l’articolo e sarò felice di aiutarti!

SARA IANNONE