MOMENTO “ASK ME”: 5 RISPOSTE ALLE DOMANDE PIÙ FREQUENTI SUL MARKETING ONLINE

È un po’ di tempo che penso di voler accumulare tutte le domande che sono solita sentire a riferimento del mondo del digital marketing, in un unico posto con annesse le risposte. Questo perché penso che sia un buon modo per poter aiutarti, nel caso anche tu, ti stia ponendo i medesimi quesiti. 

Per chi ne fa parte talvolta risulta difficile capire certe difficoltà e dubbi, si è talmente immersi tutti i giorni da questioni di carattere digitale e strategico che, ormai, fa parte della propria vita e quotidianità, un po’ come per ogni tipo di impiego. 

Ho voluto fare una sorta di riassunto e prendere in esame le argomentazioni e che – più di tutte – vengono sollevate, provando a dare delle risposte basandomi sulle mie esperienze, sulla formazione conseguita e gli anni di lavoro alle spalle con i risultati ottenuti belli e soddisfacenti. 

Spero di poter davvero riuscire a dare una visione positiva e incoraggiante di un mondo tanto complesso e ricco di sfaccettature e di riuscire a incoraggiare chi voglia buttarsi in tale dimensione e chi debba, invece, prendere decisioni per la propria attività. Allora cosa aspettiamo, partiamo! 

DOMANDA NUMERO 1: COME DIVENTARE UN IMPRENDITORE NEL DIGITAL MARKETING?

Questa è una domanda molto diffusa e che, in realtà, mi fa molto piacere ricevere. Primo perché denota una grande considerazione e secondo in quanto, evidentemente, la passione viene trasmessa come vorrei. 

Intanto, mi sento di dire con abbastanza tranquillità, di non preoccuparti se la tua formazione rispecchia una strada completamente opposta da quella che desidereresti fare. Ti posso assicurare che non serve 

iniziare dal principio a orientarti su materie, scuole o università che siano perfettamente in linea con il Digital Marketing

Io sono convinta che, prima di ogni altra cosa, tutte le professioni che aleggiano intorno a questo grande insieme, siano dettate da una passione forte. In quanto tale, può anche nascere in un secondo momento insieme a una maggiore consapevolezza di sé di ciò che piace e delle proprie capacità. 

Se invece sei a un bivio, nel senso che sai già cosa vorresti fare da grande e dietro a questa consapevolezza sussiste la scelta della tua formazione, beh, allora fai quello che dice il cuore e dirigiti verso possibilità che possano imperniarti di competenze sin da subito. 

Ad ogni modo, devi sapere che il web è colmo di corsi, master, percorsi che possono aiutarti a instradarti e a darti modo di diventare un vero e proprio imprenditore del Digital Marketing. 

Certo, ci vuole tanta pazienza e non solo, ma anche un po’ di risorse. Sì perché se si vuole davvero intraprendere questa carriera, bisogna tenere in considerazione di dover impiegare il proprio tempo per cibarsi di informazioni, nozioni e soprattutto, di continuare a farlo, essendo un mondo in totale divenire. 

DOMANDA NUMERO 2: LAVORARE COME FREELANCE, STRADA NECESSARIA PER I LAVORI DIGITALI? 

Direi di no. Essere freelance deve essere una scelta, non una necessità o obbligo. 

Certo, si tratta di una strada che dà, in un certo senso, più ampie possibilità di manovra, di scoperta e formazione personale, ma anche che comporta incredibili responsabilità, capacità organizzative e di gestione. 

Ma come accennavo, non è un dovere, si può benissimo creare la propria esperienza attraverso agenzie, aziende e compagnie dedicate al settore. O meglio, il mio consiglio (a prescindere da quello che poi sarà il tuo volere futuro) è quello di passare, in ogni caso, del tempo in suddette realtà. 

Il motivo è intuibile: danno modo di crescere moltissimo, di interfacciarsi con gli altri, di avere un’idea di cosa vuol dire lavorare in team e regala grandi soddisfazioni, essendo una scalata verso il raggiungimento degli obiettivi, fatta con professionisti, colleghi e… perché no, amici. 

Quando si sa di essere pronti a prendere il volo in solitaria? Beh, come per ogni altra cosa lascia che ti dica questo: lo saprai. Ti sentirai all’altezza e basta, senza troppi se o ma. Avrai la convinzione di dover occuparti di ogni cosa, dalla parte legata alle trattative e preventivi, a quella operativa. 

Ascolta sempre, sii umile e non smettere mai di prepararti. In aggiunta, circondati di persone che lavorano nel tuo stesso ambito, con mansioni diverse e legati a collaboratori che possano aiutarti nelle avventure digitali.

Non siamo tuttologi e non possiamo esserlo, quindi se vuoi espandere la rete di clienti, prova a coprire più fronti, ma non in autonomia, bensì delegando. È fondamentale. 

DOMANDA NUMERO 3: COSA SERVE PER VENDERE SERVIZI O PRODOTTI ONLINE? 

Hai deciso di provare a lanciarti sul mondo del web con tuoi prodotti e servizi e non sai come fare? O ti stai chiedendo se servono competenze particolari? 

Allora, innanzitutto posso confermarti che la creazione di un ecommerce, per quanto ormai si abbiano molte possibilità di scelta tra template, piattaforme CMS e via dicendo, non è per niente un gioco da ragazzi. Neppure se già possiedi un negozio fisico. 

Se vuoi provare a sfondare, incrementare le vendite e, quindi, avere successo, è bene che tu sappia tutto quello che serve nel dettaglio. 

La prima cosa di cui hai bisogno è un sito web ad hoc orientato proprio alla presentazione dei tuoi prodotti o servizi/attività. 

Ti sembrerà banale, ma richiedi sempre l’assistenza di un professionista, colui che possa accompagnarti nell’implementazione prendendosi carico dei problemi più grandi e delle questioni che riguardano il suo lavoro e non il tuo. Saprà indicarti la piattaforma più consona, l’hosting più conveniente e performante e la grafica maggiormente azzeccata. 

Parlando di quest’ultimo, il design, ricopre un valore essenziale. Deve possedere la funzione di attrarre, rappresentarti, non essere banale e neanche invadente. Non ci crederai, ma c’è tutto uno studio relativo all’abbinamento dei colori, al neuromarketing e a quello che può avvicinare o allontanare un potenziale cliente. Nulla è lasciato al caso. 

Un’altra questione di vitale importanza è quella legata alla creazione dei contenuti giusti e, quindi, della parte copy. Anche in questo caso mi è capitato spesso di sentir dire alle persone di volersi accaparrare questa mole di lavoro conoscendo bene l’azienda in questione e quindi, il messaggio da voler comunicare. 

Da una parte questo ragionamento può avere un fondamento, ma dall’altra, invece è completamente errato. 

Dovrebbe essere, al massimo, un lavoro collaborativo grazie al quale tu puoi trasmettere al tuo copywriter di fiducia l’essenza stessa del marchio, della mission e degli obiettivi e lui farà tutto il resto. Non solo perché fa quello tutto il giorno, tutti i giorni (creare contenuti per il web) ma perché sa come farlo.

Oltre al fatto che impone, nello stesso tempo, un’attenzione sulla dimensione SEO

Una volta arrivati alla costruzione definitiva del sito, la sponsorizzazione è la parte cruciale e si divide tipicamente in due parti: 

1) i risultati organici, non a pagamento e naturali;

2) e quelli derivanti da una promozione e inserzione mirata. 

Nel primo caso si tratta di attività lunghe, capaci di fornire risultati nel lungo periodo seppur concreti e finalizzati prettamente alla fidelizzazione; il secondo è quello che ti fa fare il salto di qualità nel minor tempo possibile. Una non esclude l’altra in un business plan che si rispetti. 

Lo so, starai storcendo il naso, ma se vuoi far decollare in tempi brevi la tua vetrina online, devi prendere in considerazione di investire

La condivisione sui social, infine, è un ulteriore passo in avanti.

Condividi, popola quel luogo che tutti conoscono e in cui ognuno di noi sta. È una cosa che per alcuni può sembrare noiosa o inutile, ma così non è.

Non hai voglia di perdere del tempo a fare ciò? Anche in questo caso c’è chi lo può fare per te o, perlomeno , chi si può impegnare a darti qualche dritta. 

DOMANDA NUMERO 4: PERCHÈ INVESTIRE IN GOOGLE ADWORDS O INSERZIONI FACEBOOK? 

La risposta è semplice: se vuoi farti conoscere, devi fare qualcosa per far sì che avvenga. 

Il web è un universo di dimensioni epocali, i contenuti sono talmente tanti da rendere difficile ogni cosa ed è per questo che esistono i professionisti del settore. 

Gli annunci non solo permettono di farti fare il salto di qualità, come ti dicevo pocanzi, ma ti danno modo di poter decidere tu a chi rivolgerti, valutare un pubblico profilato e che possa effettivamente darti dei risultati. 

In aggiunta, puoi decidere il budget e l’impegno quotidiano. È vero, bisogna mettere sul tavolino dei risparmi, inizialmente (come per qualsiasi altra cosa peraltro), ma cosa puoi ricevere in cambio? Questo è ciò che devi porti. 

Inoltre, ognuno di noi può dedicarsi alla creazione di campagne online mediante Google AdWords. La possibilità c’è. 

Ma il fatto è che non basta mettere l’inserzione online e aspettare che i risultati avvengano come per magia. Il SEO Specialist monitora costantemente le azioni, valuta mediante test cosa rende di più e cosa porta i maggiori profitti e infine, ti aiuta concretamente ad avere conversioni profittevoli. 

DOMANDA NUMERO 5: PERCHÈ DOVREI FARE DIGITAL MARKETING? 

Beh, perché è il presente e sarà sempre di più parte del nostro futuro

Non si richiede che tu faccia tutto da solo, ci sono tantissime persone come freelance, agenzie, esperti e aziende che sono pronti ad aiutarti.

Si tratta di un mondo che ancora oggi lascia a bocca aperta, risulta incomprensibile e, per chi ha una concezione diversa o è abituato a fare le cose in maniera più tradizione, futile. 

Ma i risultati ci sono e la mia esperienza di vita (inserita anche nel mio blog) ne è la prova. 

Hai altre domane? Scrivimi e sarò felice di risponderti e aiutarti.

SARA IANNONE

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *