FACEBOOK CAMBIA NOME E PUNTA ALLA REALTÀ VIRTUALE: ECCO I CAMBIAMENTI

Mark Zuckerberg ha deciso di cambiare rotta con Facebook e di non voler essere associato esclusivamente ad un social media come al contrario è sempre stato fatto.

La notizia era già nell’aria da giorni e durante l’evento Facebook Connect è stato annunciato il nome ufficiale che sostituirà oramai il conosciuto Facebook: Meta, che sta per Metaverso.

Siamo all’inizio del prossimo capitolo di internet e del prossimo capitolo della nostra società», ha detto Mark Zuckerberg. «La società si chiamerà Meta ma i nomi delle app che costruiamo, Facebook, Instagram, Messenger e WhatsApp, rimarranno gli stessi»

Ogni app manterrà, quindi, il nome originale ma nelle dichiarazioni Mark Zuckerberg ha definito Facebook come un nome che non rappresenta più l’identità della sua azienda. «Stiamo lavorando su diversi prodotti hardware per il metaverso fra i quali un nuovo headset per la realtà virtuale chiamato ‘Cambria’.

Date le sue parole è possibile comprendere come la nuova trasformazione di questo social stia puntando alla realtà virtuale e a mio parere l’obiettivo sarà quello di unire maggiormente le aziende con i clienti, andando a lavorare proprio sul lato economico della questione.

LE DICHIARAZIONI DI MARK ZUCKERBERG

«In questo momento, il nostro brand è così strettamente legato a un prodotto che non può assolutamente rappresentare tutto ciò che stiamo facendo oggi, figuriamoci in futuro. Nel corso del tempo spero che saremo visti come un’azienda del metaverso e voglio che il nostro lavoro e la nostra identità siano ancorati a ciò che stiamo costruendo. Il metaverso è la prossima frontiera. D’ora in poi, saremo al primo posto nel metaverso, non in Facebook».

«Oggi siamo visti come una società di social media, ma nel nostro Dna siamo un’azienda che costruisce tecnologia per connettere le persone e il metaverso è la prossima frontiera proprio come lo era il social networking quando abbiamo iniziato. La nostra speranza è che entro il prossimo decennio il metaverso raggiunga un miliardo di persone, ospiti centinaia di miliardi di dollari di eCommerce e supporti posti di lavoro per milioni di creatori e sviluppatori».

IN COSA CONSISTE IL METAVERSO:

In alcune interviste è stato dichiarato che Facebook avrà come obiettivo primario quello di diventare un punto di riferimento nel metaverso. Ma in cosa consiste tutto ciò?

Ecco cosa è stato detto: “Il metaverso si basa sull’idea che rafforzando la sensazione di “presenza virtuale”, l’interazione online può diventare molto più vicina all’esperienza che si ha con le interazioni di persona. Il metaverso ha il potenziale di aiutare a sbloccare l’accesso a nuove opportunità creative, sociali ed economiche. E saranno gli europei a plasmarlo fin dall’inizio».

Tutto questo significa che gli utenti potranno avere delle interazioni online più simili a quelle ottenute di persone e non ci si baserà esclusivamente su di un like o un commento sotto un post. L’azienda vuole puntare sulla realtà virtuale anche per quanto riguarda il lato business, puntando molto sull’e-commerce (sono curiosa di vedere gli sviluppi) e sulla costruzione di community maggiormente interattive.

Sicuramente questo cambiamento è dovuto anche ai vari problemi che Facebook ha subito negli ultimi periodi e i vari scandali ottenuti grazie alla mancanza di privacy degli utenti.

Inoltre Facebook, vedendolo da occhio esterno e come social network, non ha molte altre potenzialità da poter sviluppare rischiando un blocco.

A mio avviso questo potrebbe essere un’ottima opportunità per modificare la connessione tra persone ma anche tra brand e clienti, offrendo un’esperienza migliore per interagire con le aziende che interessano.

Voi cosa ne pensate?

Sara Iannone

Online Marketing Italia

One Response

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *