BOT E SISTEMI DI AUTOMAZIONE: ECCO COSA DEVI FARE

Il mondo viaggia alla velocità della luce e con esso anche le ​tecnologie ​che ne fanno parte. In numerosi ambiti si è costantemente rivolti verso l’innovazione orientata al raggiungimento degli obiettivi nel minor tempo, ma anche nel miglior modo possibile.

Per questo motivo, per garantire una​ crescita e puntare in alto,​ il marketing adotta sempre di più dei ​sistemi di automazione​ capaci di semplificare e velocizzare determinate operazioni.

Ma perché sono stati adottate queste alternative? Di cosa si tratta nello specifico? Scopriamolo insieme.

MARKETING AUTOMATION: COSA SIGNIFICA? 

Prima di andare a fondo alla cosa è bene scoprire cosa si intende per ​sistemi di automazioni ​volti alle attività che stiamo trattando.

Si tratta banalmente di un processo di ​ottimizzazione delle campagne​ e strategie di marketing. In parole povere: affidare certe attività a ​robot ​come: email marketing, social media e così via.

Tutto quello a cui ci si riferisce in merito ai​ sistemi di automazione​ non tratta un usurpazione del posto di lavoro o uno stravolgimento degli impieghi generalmente effettuati da esseri umani.

Non significa mettere le sorti della propria attività o comunicazione in mano a una macchina priva di vita o umanità, ma semplicemente ​delegare ​alla stessa tutto quello che rappresenta un modus operandi ​ripetitivo ​che richiederebbe tanto tempo e prenderebbe il posto di progetti strategici di maggiore rilevanza.

Non solo, ma pensa alla mole di lavoro che si è soliti avere,​ carichi di dati ​e di mansioni tutte uguali che fanno perdere nel tempo la voglia di andare avanti e la propria creatività. Ecco, i ​robot ​sono volti a eseguire tali scopi.

Se ci pensiamo davvero tante operazioni relative al ​digital marketing​ possono essere automatizzate.

Qual è la cosa che ti viene in mente riguardo a questo argomento? Dai, rifletti… quali sono le cose visibilmente “autonome” che ti contattano, ti danno il benvenuto quando ti registri da qualche parte o ti ringraziano quando effettui degli acquisti online? Ma sì, sono loro, le ​newsletter​!

Se ci pensi, a volte può capitare di procedere con degli ordini alla sera tardi oppure di registrarsi ​durante una notte insonne a un canale, per ricevere aggiornamenti di qualche tipo e immediatamente arriva l’email che ti saluta, contenta che tu possa fare parte del suo database.

È normale che non si tratti di un povero essere umano addetto al turno notturno solo per inoltrare ​email di benvenuto​.

Oltre a manlevare, però, lavori che potrebbero essere pesanti, forniscono anche un aiuto per quanto riguarda l’​analisi e lo studio del comportamento​ dei potenziali clienti sul proprio sito web. Azione questa, fondamentale, direi.

Sapere quale pagine attira di più, quali clic sono soliti intraprendere gli utenti e comprendere di conseguenza su cosa concentrarsi e quale ​strategia ​sarebbe meglio adempiere.

I VANTAGGI DEI SISTEMI DI AUTOMAZIONE PER IL MARKETING

L’ho già un po’ accennato a dire il vero, ma vorrei condividere con te nello specifico quelli che sono i ​pro ​che sussistono nell’adottare tali soluzioni.
Come per ogni cosa c’è chi risulta essere un po’ più diffidente e chi invece, entusiasta dai cambiamenti, si getta a capofitto su questo approccio. Ma vediamo in breve quali sono i ​vantaggi​.

È inevitabile che, avendo a che fare con bot o automatismi capaci di svolgere in poco tempo lavori che sarebbero ripetuti e costanti, si abbia​ più tempo ​a disposizione per concentrarsi altrove e ​risorse​.

Questo può permettere di:

Concentrarsi ​pienamente su quelle che sono le diverse ​strategie ​da sottoporre al progetto, anche sulla base dei risultati raccolti proprio dai nostri amici robot;

● come già citato, avere una ​visione completa ​e intera di tutti quei comportamenti caratterizzanti gli utenti, in modo tale da aggiustare il tiro, eventualmente;

prevedere gli investimenti​ e i possibili risultati futuri medianti algoritmi specifici;

migliorare il​ tasso di conversione​;

avere​ maggiori profitti​.

Si deve considerare come una vera ​collaborazione macchina-uomo​ in quanto idonea a garantire una maggiore resa, ma soprattutto capace di unire l’intelligenza artificiale con il calore, l’empatia, la versatilità e la comprensione dell’essere umano.

Ma quali altri metodi di automazione conosciamo senza rendercene conto?

BOT MESSENGER: IL NUOVO MODO DI COMUNICAZIONE

È un po’ che esiste questa soluzione, a dire il vero ed è quella che ha stupito gran parte delle persone e che ha lasciato un po’ di perplessità ancora oggi. Mi riferisco proprio a quei robot che impersonificano personaggi o aziende, e che sono in grado di rispondere al posto dell’individuo fisico.

Cosa vuol dire ​BOT​? Deriva dall’inglese robot e sono anch’essi sistemi di automazioni che usufruiscono dell’intelligenza artificiale per poter rispondere e dialogare in ​autonomia ​con chi ne ha bisogno.

In autonomia, hai capito bene. Si, dire la cosa in questo modo sembra un tantino inquietante, l’inizio di un’immersione in ​Matrix​.

La realtà è che, ovviamente, anche dietro tale approccio esiste un professionista fisico che imposta risposte e modalità di apprendimento e di comunicazione. A dire il vero, però, la cosa impressionante è che con alcuni sembra proprio di avere a che fare con un​’assistenza clienti reale​!

I Bot, però, non fanno solo questo sai? Hanno la capacità di dedicarsi a notevoli attività e compiti:

rispondere ​ai messaggi;

● partecipare ​ad aste;

● inviare ​ordini;

● analizzare i dati​ relativi agli utenti;

● correggere​ contenuti;

● aiutare nel miglioramento​ del processo produttivo;

● prendere decisioni ​basate su algoritmi precedentemente registrati (magari in questo caso si tratta di scelte e azioni di minore importanza per l’azienda);

● gestire la comunicazione ​in senso generale;

● agire sul controllo​ qualità, persino.

IN CONCLUSIONE

Hai visto quante cose possono essere in grado di fare, effettivamente, tali programmi mediante i ​sistemi di automazione​? Converrai con me che per certe questioni e ambiti si tratta davvero di una miniera d’oro capace di far risparmiare tempo e risorse.

Non sei tanto convinto?

È normale, il marketing elaborato in questo modo da una parte va contro tutti i concetti stessi che si nascondono dietro a questo termine e alle professioni che ne fanno parte: ​creatività​, versatilità, conoscenza, esperienza, ​sentimenti​, problem solving, strategia e empatia.

In effetti è comprensibile la perplessità che si cela dinanzi a suddette innovazioni, ma le qualità elencate non possono e non potranno mai essere sostituite da una macchina ed è proprio per questo che parliamo di un lavoro di squadra che può permettere ai lavoratori fisici di sbizzarrirsi verso quelle cose che li rendono vivi.

È vero, il ​marketing ​sotto certi aspetti sta diventando più ​analitico ​proprio per questa costante analisi dei dati, ma la ​creatività ​che sta dietro a una campagna, la rende unica, originale e d’impatto ed è proprio quella che permette ai dati di crescere e di essere studiati.

Cosa ne pensi? Sarei curiosa di avere un tuo parere in merito!

SARA IANNONE

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *