AVERE UN PRODOTTO DI QUALITA’ NON BASTA PER AVERE SUCCESSO

La solita frase che sento dire è: io sono migliore della concorrenza perché il mio prodotto è di qualità.

Nel 99% dei casi il tuo prodotto non ti porterà al successo, puoi avere anche la formula magica per creare oggetti dal nulla, a nessuno importerà se non sei capace a far capire il valore e cosa importantissima lavorare bene con i tuoi potenziali clienti e clienti stessi.

Ovvio, non ti sto dicendo che devi prendere la prima porcheria e venderla, fallirai comunque ma devi avere un buon prodotto e sapere come VENDERLO AL MEGLIO.

Per farti capire voglio raccontarti brevemente un episodio che mi è accaduto proprio ieri (leggilo, capirai molte cose ma soprattutto capirai come NON lavorare):

“Il prodotto a volte è la minima parte di un business. Tutto gira intorno al marketing ed a come lo vendi ”

Io ed il mio compagno decidiamo di uscire ed andare a cena fuori. Prima di tutto nella città tre ristoranti dove volevamo andare erano chiusi e ti sto parlando che era domenica sera. Come mai di domenica i locali sono chiusi? Primo punto: sfrutta al meglio i momenti per lavorare, se hai un ristorante chiudi il lunedì non la domenica quando hai più clienti.

Devi cercare di capire i momenti migliori per raggiungere più clienti possibili. Per esempio, se pubblichi i post sulla tua fan page, vedrai che in diversi orari raggiungi un numero più elevato di utenti. Fai attenzione a questi dati.

Ma torniamo a noi ed alla nostra cena. Troviamo un locale aperto. L’ambiente carino anche se non il massimo.

Ci mettiamo seduti e cosa noto? Il locale era abbastanza sporco e se lo era fuori come sarà stata la cucina?

Cosa impariamo da qui? Impariamo a dare importanza all’aspetto esteriore del nostro business. Se ho un blog fatto male le persone penseranno che il tuo prodotto fa ancora più schifo del tuo blog (detto in parole povere) e quindi non avrai la possibilità di mostrare che il tuo prodotto è migliore.

Detto questo continuiamo. Dopo 30 minuti (eravamo in pochissimi a cena) finalmente ci vengono a prendere l’ordine. Qui partiamo davvero malissimo.

La cameriera scontrosa e maleducata, poco curata e davvero poco “accogliente” con i suoi clienti.

Soffermiamoci su questi punti. Cosa devi imparare da questo? Il tuo atteggiamento, il modo di porti ed anche il tuo lato esteriore devono essere curati. Devi presentarti in un certo modo per far capire il tuo valore e rendere l’esperienza del tuo utente piacevole.

Continuiamo. Poco dopo ci portano l’antipasto. Uno solo mentre ne avevamo ordinati due. Però può capitare e passiamo sopra. Una cosa che abbiamo notato è che non le importava neanche più di tanto, come per dire: vabbè, è successo che sarà mai?

Va bene, andiamo oltre. Il cibo in questo caso è buono. Qui il prodotto è buono, purtroppo è il resto che è scarso.

Dopo l’antipasto ci portano la carne. Una tagliata ed una bistecca. Anche qui tutto buono, devo dire che la carne è stata forse tra le migliori che io abbia mai mangiato. C’è un punto però: ci tornerei? MAI! Ed ora continuo a spiegarti perché.

Quando siamo giunti alla cassa ci viene fatto il conto (non mi prolungo troppo ma potrei continuare a raccontare di quanto quell’esperienza sia stata pessima) Notiamo che c’erano prezzi diversi dal menù e stavamo pagando il doppio una cosa che costava la metà.

Lo abbiamo fatto notare e la cameriera, anche disturbata, farfuglia qualcosa e toglie il sovrapprezzo. Ci da la colpa dicendo che noi abbiamo cambiato portata, ecc…poi però uscendo notiamo che ci hanno fatto pagare una bistecca come una tagliata con porcini e che ci aveva tolto solo il sovrapprezzo di una portata.

A questo punto, stanchi della situazione, decidiamo di andarcene senza fare più storie. La situazione è stata pessima e non metteremo mai più piede dentro quel locale nonostante il prodotto sia migliore di molti altri.

Cosa hai capito da questa storia? Il concetto è semplice. Tu puoi avere il prodotto migliore del mondo (come il cibo di questo locale) ma non ti servirà a nulla se l’insieme non è adatto e l’esperienza del tuo utente è pessima (cameriera scortese, conto salato, ecc..).

Alla domanda: come ti differenzi? Non rispondere: il mio prodotto è di qualità, ma rispondi facendo capire i benefici e di come si troveranno i tuoi utenti.

Questo a volte vale più del prodotto stesso, perchè in fondo le persone stanno acquistano esperienze che avranno grazie a quel prodotto.

Tu come stai vendendo il tuo prodotto? Qual è la strategia che utilizzi?

Fammelo sapere lasciando un commento qui sotto!

Un abbraccio.

SARA IANNONE

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *